Palazzo infestato e uffici invivibili? Con la disinfestazione biologica metti al sicuro tutti

Un ufficio infestato, oltre al fastidio che le presenza di insetti o altri infestanti indubbiamente causa, può comportare seri rischi per la salute delle persane che vi lavorano o Io frequentano ed un notevole danna d’immagine – a maggior ragione se si tratta di un ufficio aperto alla clientela – per l’azienda, l’entee i professionisti che ví svolgono le loro attività.

Senza contare che alcuni infestanti, in particolare i roditori, possono danneggiare gli arredi e 1 beni conservati, nonché i dispositivi informatici e i cavi.

Non é raro venire a conoscenza dì casi di interi palazzi infestati e di uffici resi invivibili dalla presenza di questi sgraditi ospiti: si pensi – notizia recentissima – al Palazzo comunale di Olbia rimasto chiuso per alcuni giorni (come già avvenuto anche altre volte in anni precedente per consentirne le disinfestazione e liberarlo dalle blatte che l’avevano invaso.

Altra notizia dello scorso giugno, che ha avuto notevole risonanza, riguardava una denuncia della CGIL regionale circa la presenza di blatte e topi che infestavano gli uffici dei Beni culturali a Messina, tanto da costringere i dipendenti a difendersi in proprie con trappole e insetticidi.

E’ bene, innanzitutto, sottolineare che rimedi “fai da te”, improvvisati ed attuati senza le opportune conoscenze, non sona mai le soluzione giusta per tali casi, in quanta difficilmente permetteranno di risolvere il problema, potendo anzi comportare rischi maggiori di quelli legati alla presenza stessa degli infestanti (si per sì ad un incauto utilizzo di sostanze tossiche e alle conseguenze che potrebbe determinare). Pertanto, affinché le disinfestazione sia svolta in maniera efficace e sicura, si deve comunque ricorrere alla professionalità di un’impresa disinfestatrice.

Questo è un punto di partenza imprescindibile.

In secondo luogo, va evídenziata l’importanza e la convenienza di ricorrere alla disinfestazione biologica. Un confronto basato sui costi-opportunità, sull’impatto a livello d’immagine (per l’azienda, l’ente o il professionista) e sul potenziale rischio per le salute umana permette dí affermare che la disinfestazione biologica è nettamente preferibile rispetto alla disinfestazione tradizionale. Quest’ultima, infatti, ricorrendo e prodotti che nascono con l’obiettivo di uccidere gli infestanti mediante avvelenamento con sostanze tossiche, in caso di errori può arrecare danni alla salute delle persane. Tra l’altro, gli insetti spesso sviluppano resistenza a tali sostanze, che quindi pescane rivelarsi inefficaci, oltre che, appunto, dannose.

CON LA DISINFESTAZIONE BIOLOGICA, INVECE, CAMBIA RADICALMENTE IL MODO DI AGIRE E NON C’È NESSUN RISCHIO DI AVVELENAMENTI E INTOSSICAZIONI.

ll trattamento biologica elimina ogni dubbio sui pericoli per le salute di chi lavori in quegli spazi o di chi 5i trovi a frequentarli in quanto cliente o utente. Se anche la disinfestazione biologica può avere un costo di partenza più elevato, essa però garantisce zero rischi per la salute; inoltre i locali – se non per il tempo necessario ed attuare l’intervento – non necessiteranno di chiusura per la loro preparazione, prima, e poi per le bonifiche, sempre necessarie, invece, in caso di disinfestazione cori gas e prodotti chimici.

QUALI SONO LE POSSIBILI TECNICHE DI DISINFESTAZIONE BIOLOGICA UTILIZZABILI NEGLI UFFICI?

ll trattamento mirato con il vapore saturosecco surriscaldato (di cui abbiamo scritto diffusamente in un precedente articolo del nostro magazine) è un metodo di disinfestazione totalmente ecologico. Con tale sistema, il vapore, dopo essere stato generato in una caldaia, viene ulteriormente surriscaldato nel l’erogatore prima dell’uscita, fino ad una temperatura di 180°C. Il vapore saturo secco così ottenuto, can un potente getto, verrà quindi applicato deve é necessario.

Con le produzione di vapore saturo secco si possono disinfestare ambienti di ogni tipo: non ci sono effetti col laterali e l’ambiente trattato è immediatamente praticabile.

Un’ulteriore modalità di disinfestazione biologica avanzata è la c.d. críodisinfestazione (o disinfestazione criogenica) consiste nello sparare, mediante un nebulizzatore, azoto liquido a – 196° nei locali infestati. E’ anche questo un metodo totalmente naturale ed ecologico, particolarmente adatta per ambienti ridotti come gli uffici. L’azione dell’azoto non intacca prese elettriche e macchinari elettronici (trattandosi di gas secco).

L’azoto, inoltre, non arreca danni ai tessuti. infine, non lascia residui chimici di alcun tipo, per cui si eliminano i tempi e i casti necessari per le bonifiche previste dagli interventi con gas e sostanze tossiche.

Tra le tecniche di disinfestazione biologica è preferibile, però, la disinfestazione con il calore.

Apri la Chat
Scrivici se hai bisogno di un consulto!
Ciao, scrivici per preventivi o informazioni!
Powered by